Orientamento Professionale

Oggi il mondo del lavoro vive una continua e tumultuosa evoluzione, e la scuola e l’università devono adeguarsi al fine di preparare gli studenti a tutti i possibili settori occupazionali già esistenti, cercando inoltre di prevedere gli ulteriori potenziali cambiamenti futuri. In questo quadro di frammentazione e parcellizzazione, risulta sempre meno chiara una scelta definitiva che ci garantisca la totale certezza che sia quella giusta. È importante inoltre considerare l’orientamento non solo dal punto di vista scolastico o professionale, ma anche da quello sociale, rappresentando infatti le nostre scelte scolastiche e professionali elementi integranti della nostra personalità e determinando esse anche il modo in cui la società ci percepisce e ci giudica. Sul tempio dell’Oracolo di Delfi era scritto: “Conosci te stesso”. Tale esortazione potrebbe riassumere il concetto stesso di orientamento, in quanto è sulla scorta di ciò che sappiamo di noi stessi, guardandoci dentro e conoscendoci meglio possibile, che possiamo effettuare le scelte più utili al fine di ridurre le probabilità di sbagliare. Anche se l’orientamento scolastico come disciplina a sé stante nasce solo nel ventesimo secolo, esso, inteso come “azione dell’orientare o dell’orientarsi”, ha radici ben più lontane nel tempo. Applicato in forme non sistematiche, l’orientamento viene praticato da secoli e negli ambiti più diversi.