Marina Militare

Marina-Militare-675

L’abolizione della leva obbligatoria ha fatto di quella militare una carriera da professionisti. La Marina Militare si avvale di personale sempre più qualificato con criteri selettivi basati su concorsi per titoli e su scuole di formazione e aggiornamento eccellenti. La Marina Militare rappresenta una delle quattro forze armate e ha il compito di controllare e adottare le operazioni navali, sia nelle acque nazionali sia in quelle internazionali.

Dal punto di vista operativo la Marina Militare dipende dal Ministero della Difesa ed ha, però, uno stato maggiore autonomo. Da quest’ultimo dipendono sia la Squadra Navale, sia gli arsenali e l’Accademia Navale. Al suo interno vi sono tre Comandi in capo di dipartimento militare marittimo dell’Alto Tirreno, quello dello Ionio, quello dell’Adriatico e quelli autonomi di Sicilia, Sardegna e della Capitale. L’operatività della Marina Militare è organizzata e garantita da diversi comandi tra cui il Comando delle Forze d’Altura, il Comando del Gruppo Navale e il Comando delle Forze Subacquee. La Marina Militare si avvale anche di forze speciali quali il Raggruppamento Subacquei ed Incursori a sua volta composto dal Gruppo Operativo Incursori e il Gruppo Operativo Subacquei.

Il personale della Marina Militare si divide in ufficiali, sottufficiali, graduati e truppa per la cui formazione si avvale di istituti formativi dipendenti dall’Ispettorato Scuole della Marina Militare. Si tratta di istituti di vera eccellenza nell’ambito della formazione e sono:

  • Istituto di Studi Militari “Francesco Morosini” di Venezia, che si occupa dell’aggiornamento degli ufficiali comandanti;
  • Accademia Navale di Livorno, che si occupa della formazione a livello universitario dei quadri ufficiali;
  • Scuola Sottufficiali di Taranto e La Maddalena, che si occupano della formazione dei quadri sottufficiali;
  • Scuola Sommergibili.

La parte invece riguardante l’informatica, dal punto di vista formativo è invece curata dalla Scuola Telecomunicazioni delle Forze Armate.

 


FASI CONCORSUALI PER:

VFP1 (VOLONTARIO IN FERMA PREFISSATA – 1 ANNO)

REQUISITI PER L’ACCESSO AL CONCORSO

Età

18-30 anni non compiuti

Altezza

1.65 M – 1.61 F

Titolo di studio

Licenza media

Visus

Visus non inferiore a 7/10 nell’occhio che vede di meno, raggiungibile con correzione non superiore alle 4 diottrie per la sola miopia

Apparato uditivo

Tollerata perdita uditiva monolaterale di 35 decibel fino alla frequenza di  4000 hertz ed una perdita uditiva bilaterale con P.P.T. compresa entro il 20%

Dentatura

Dovrà essere in buone condizioni;  sarà consentita la mancanza di un massimo di otto denti non contrapposti, purchè non associati a paradontopatia giovanile e non tutti dallo stesso lato e tra i quali non figurino più di un incisivo e di un canino; nel computo dei mancanti non dovranno essere conteggiati i terzi molari; gli elementi mancanti dovranno essere sostituiti con moderna protesi fissa che assicuri la completa funzionalità della masticazione; i denti cariati devono essere opportunamente curati.

1) ACCERTAMENTI SANITARI PER L’IDONEITÀ PSICOFISICA

Le commissioni per gli accertamenti psico-fisici sottopongono il candidato ad una visita medica generale ed ad accertamenti diagnostici.

2) ACCERTAMENTI PSICO – ATTITUDINALI

I concorrenti sono sottoposti ad un accertamento attitudinale che ha il fine di valutare le loro qualità attitudinali e caratterologiche. Esso consiste in una serie di prove attitudinali (Test specifici quali MMPI, MMPI-2, test grafici, test di personalità etc.) ed in un colloquio con il perito selettore. In particolare, attraverso l’accertamento attitudinale sono valutate le potenzialità adattive, le aspettative professionali e gli aspetti motivazionali del concorrenti


FASI CONCORSUALI PER:

VFP4 (VOLONTARIO IN FERMA PREFISSATA – 4 ANNI)

REQUISITI PER L’ACCESSO AL CONCORSO

Età

18-30 anni non compiuti

Altezza

1.65 M – 1.61 F

Titolo di studio

  • Licenza Media
  • Essere volontario in ferma prefissata di un anno (VFP1) in servizio o in congedo

Visus

Visus non inferiore a 7/10 nell’occhio che vede di meno, raggiungibile con correzione non superiore alle 4 diottrie per la sola miopia

Apparato uditivo

Tollerata perdita uditiva monolaterale di 35 decibel fino alla frequenza di  4000 hertz ed una perdita uditiva bilaterale con P.P.T. compresa entro il 20%

Dentatura

Dovrà essere in buone condizioni;  sarà consentita la mancanza di un massimo di otto denti non contrapposti, purchè non associati a paradontopatia giovanile e non tutti dallo stesso lato e tra i quali non figurino più di un incisivo e di un canino; nel computo dei mancanti non dovranno essere conteggiati i terzi molari; gli elementi mancanti dovranno essere sostituiti con moderna protesi fissa che assicuri la completa funzionalità della masticazione; i denti cariati devono essere opportunamente curati.

1) PROVA PRELIMINARE

La Prova Preliminare, della durata di 60 minuti, consiste nella somministrazione di un questionario contenente 100 quesiti a risposta multipla, ripartiti tra le seguenti materie e per le rispettive percentuali sotto indicate:

  • 15 % matematica;
  • 20 % italiano;
  • 15 % educazione civica;
  • 20 % storia;
  • 15 % geografia;
  • 10 % scienze;
  • 5 % inglese.

1591343_635869682933984636_fanfara_di_presidio_768x4102) ACCERTAMENTI SANITARI PER L’IDONEITÀ PSICOFISICA

Le commissioni per gli accertamenti psico-fisici sottopongono il candidato ad una visita medica generale ed ad accertamenti diagnostici.

3) ACCERTAMENTI PSICO – ATTITUDINALI

I concorrenti sono sottoposti ad un accertamento attitudinale che ha il fine di valutare le loro qualità attitudinali e caratterologiche. Esso consiste in una serie di prove attitudinali (Test specifici quali MMPI, MMPI-2, test grafici, test di personalità etc.) ed in un colloquio con il perito selettore. In particolare, attraverso l’accertamento attitudinale sono valutate le potenzialità adattive, le aspettative professionali e gli aspetti motivazionali del concorrente.

4) PROVE DI EFFICIENZA FISICA

La prova di efficienza fisica, consiste nell’esecuzione dei seguenti esercizi:

  • Piegamenti sulle braccia
  • Addominali
  • Corsa piana 2000 metri

In alternativa all’esercizio “corsa piana 2000 metri” può essere prescelto il seguente esercizio:

  • Nuoto (qualsiasi stile) 25 metri

5) VALUTAZIONE DEI TITOLI

Sono considerati “titoli” di merito:

  • periodi di servizio prestati in qualità di VFP 1, anche in rafferma annuale;
  • missioni sul territorio nazionale ed all’estero;
  • valutazione relativa all’ultima documentazione caratteristica;
  • riconoscimenti, ricompense e benemerenze;
  • titolo di studio;
  • eventuali altri attestati, brevetti ed abilitazioni possedute, compresa la conoscenza di lingue straniere.


FASI CONCORSUALI PER:

MARESCIALLO

REQUISITI PER L’ACCESSO AL CONCORSO

 

Età

17-26 anni non compiuti, elevabile ai 28 anni per chi ha prestato servizio militare

Altezza

1.65 M – 1.61 F

Titolo di studio

Diploma di istr. Sec. di II grado conseguito o da conseguire nell’anno scol. di riferimento del bando di concorso

Visus

Visus non inferiore a 16/10 complessivi e non inferiore a 7/10 nell’occhio che vede di meno, raggiungibile con correzione non superiore alle 3 diottrie

Apparato uditivo

Tollerata perdita uditiva monolaterale di 35 decibel fino alla frequenza di  4000 hertz ed una perdita uditiva bilaterale con P.P.T. compresa entro il 20%

Dentatura

Dovrà essere in buone condizioni;  sarà consentita la mancanza di un massimo di otto denti non contrapposti, purchè non associati a paradontopatia giovanile e non tutti dallo stesso lato e tra i quali non figurino più di un incisivo e di un canino; nel computo dei mancanti non dovranno essere conteggiati i terzi molari; gli elementi mancanti dovranno essere sostituiti con moderna protesi fissa che assicuri la completa funzionalità della masticazione; i denti cariati devono essere opportunamente curati.

1) PROVA PRELIMINARE

La Prova Preliminare, della durata di 60 minuti, consistente nella somministrazione di un questionario contenente 120 quesiti a risposta multipla con domande inerenti alla matematica (aritmetica, algebra, geometria), fisica, educazione civica, storia, lingua inglese e alla lingua italiana (grammatica, sintassi, lessico, sinonimi e contrari, completamento brani).

2) ACCERTAMENTI SANITARI PER L’IDONEITÀ PSICOFISICA

Il candidato è sottoposto ad una visita medica generale ed ad accertamenti diagnostici.

3) ACCERTAMENTI PSICO – ATTITUDINALImarina-militare

I concorrenti sono sottoposti ad un accertamento attitudinale che ha il fine di valutare le loro qualità attitudinali e caratterologiche. Esso consiste in una serie di prove attitudinali (Test) ed in un colloquio con il perito selettore. In particolare, attraverso l’accertamento attitudinale sono valutate le aspettative professionali e gli aspetti motivazionali del concorrente.

4) PROVE DI EFFICIENZA FISICA

La prova di efficienza fisica, consiste nell’esecuzione dei seguenti esercizi:

  • nell’esecuzione obbligatoria:
    – nuoto 25 metri (qualunque stile);
    –  piegamenti sulle braccia.
  • nell’esecuzione a scelta di uno dei seguenti esercizi:
    – addominali;
    –  corsa piana 1000 metri

 


FASI CONCORSUALI PER:

UFFICIALE

REQUISITI PER L’ACCESSO AL CONCORSO

 

Età

17-22 anni non compiuti

Altezza

1.65 M – 1.61 F max 1.95

Titolo di studio

Diploma di istr. Sec. di II grado conseguito o da conseguire nell’anno scol. di riferimento del bando di concorso

Visus

Corpo di Stato Maggiore: vizio di rifrazione non sup. alle 1.75 diottrie per la miopia. Altri corpi: il vizio di rifrazione non dovrà superare le tre diottrie per la miopia

Apparato uditivo

Tollerata perdita uditiva monolaterale di 35 decibel fino alla frequenza di  4000 hertz ed una perdita uditiva bilaterale con P.P.T. compresa entro il 20%

Dentatura

Dovrà essere in buone condizioni;  sarà consentita la mancanza di un massimo di otto denti non contrapposti, purchè non associati a paradontopatia giovanile e non tutti dallo stesso lato e tra i quali non figurino più di un incisivo e di un canino; nel computo dei mancanti non dovranno essere conteggiati i terzi molari; gli elementi mancanti dovranno essere sostituiti con moderna protesi fissa che assicuri la completa funzionalità della masticazione; i denti cariati devono essere opportunamente curati.

1) PROVA PRELIMINARE

La Prova Preliminare, della durata di 60 minuti, consistente nella somministrazione di un questionario contenente 120 quesiti a risposta multipla con domande inerenti alla matematica (aritmetica, algebra, geometria), fisica, educazione civica, storia, lingua inglese e alla lingua italiana (grammatica, sintassi, lessico, sinonimi e contrari, completamento brani).

Catania 14-03-2007. Maristaeli, base elicotteri della Marina Militare. Foto Fabrizio Villa2) TIROCINIO

Il tirocinio si svolge a Livorno presso l’Accademia Navale. La permanenza in Accademia Navale è di circa 8 giorni durante i quali i concorrenti vengono sottoposti a:

  • accertamenti sanitari volti a valutare l’idoneità fisica secondo i parametri previsti dal bando;
  • accertamento attitudinale I concorrenti sono sottoposti ad un accertamento attitudinale che ha il fine di valutare le loro qualità attitudinali e caratterologiche. Esso consiste in una serie di prove attitudinali (Test) ed in un colloquio con il perito selettore. In particolare, attraverso l’accertamento attitudinale sono valutate le aspettative professionali e gli aspetti motivazionali del concorrente;
  • prova orale di matematica della durata complessiva di 20 minuti che verte su argomenti di Algebra, Geometria e Trigonometria;
  • prova orale facoltativa di lingua straniera della durata massima di quindici minuti che si svolge su una lingua a scelta del candidato ed è strutturata con le seguenti modalità:
  1. breve colloquio di carattere generale;
  2. lettura di un brano di senso compiuto, sintesi e valutazione personale;
  3. conversazione guidata che abbia come spunto il brano;
  • Prove di efficienza fisica nelle seguenti discipline: nuoto, salto in alto, piegamenti sulle braccia, corsa piana 1000 m.

 


FASI CONCORSUALI PER:

AUFP (AGENTE UFFICIALE IN FERMA PREFISSATA)

REQUISITI PER L’ACCESSO AL CONCORSO

 

Età Non aver superato i 38 anni
Altezza 1.65 M – 1.61 F max 1.95
Titolo di studio
  • Ruolo normale: laurea specialistica
  • Ruolo speciale: diploma di istruzione secondaria
Visus Corpo di Stato Maggior: vizio di rifrazione non sup. alle 1.75 diottrie per la miopia. Altri corpi: il vizio di rifrazione non dovrà superare le tre diottrie per la miopia
Apparato uditivo Tollerata perdita uditiva monolaterale di 35 decibel fino alla frequenza di  4000 hertz ed una perdita uditiva bilaterale con P.P.T. compresa entro il 20%
Dentatura Dovrà essere in buone condizioni;  sarà consentita la mancanza di un massimo di otto denti non contrapposti, purchè non associati a paradontopatia giovanile e non tutti dallo stesso lato e tra i quali non figurino più di un incisivo e di un canino; nel computo dei mancanti non dovranno essere conteggiati i terzi molari; gli elementi mancanti dovranno essere sostituiti con moderna protesi fissa che assicuri la completa funzionalità della masticazione; i denti cariati devono essere opportunamente curati.

1) PROVA PRELIMINARE

La prova, della durata di 90 minuti, consiste nella somministrazione collettiva e standardizzata di 120 quesiti a risposta multipla, finalizzati ad accertare le capacità culturali ed intellettive dei concorrenti. I quesiti sono di tipo culturale e di tipo logicodeduttivo ed analitico, volti ad esplorare vari tipi di capacità intellettive e di ragionamento.

2) ACCERTAMENTI SANITARI PER L’IDONEITÀ PSICOFISICA

Il candidato è sottoposto ad una visita medica generale ed ad accertamenti diagnostici.

3) ACCERTAMENTI PSICO – ATTITUDINALI

I concorrenti sono sottoposti ad un accertamento attitudinale finalizzato a valutarne le qualità attitudinali e caratterologiche. Detto accertamento consiste in una serie di prove attitudinali (Test specifici quali MMPI, MMPI-2, test grafici, test di personalità etc.) ed in unintervista di selezione. In particolare, attraverso l’accertamento attitudinale sono valutate l’area del pensiero, l’area affettiva e relazionale, l’area della produttività e delle competenze gestionali e l’area motivazionale.navi-marina-militare-21052014

4) PROVE DI EFFICIENZA FISICA

La prova di efficienza fisica, consiste nell’esecuzione dei seguenti esercizi:

  • nell’esecuzione obbligatoria:
    – nuoto 25 metri (qualunque stile);
    –  piegamenti sulle braccia.

5) PROVA CULTURALE

La prova, della durata non inferiore a 60 (sessanta) minuti (uguale per entrambi i ruoli), consiste nella somministrazione collettiva e standardizzata di questionari a risposta multipla. Il questionario comprende domande nelle seguenti materiegeografia, storia (dal Congresso di Vienna ai giorni nostri), educazione civica ed elementi conoscitivi di lingua inglese.